Omas Extra 556 Stiloforo Pennino Oro 14Kt.585 Nuova anni40

199 €

Omas Extra 556 Stiloforo Pennino Oro 14Kt.585 Nuova anni40

2019-08-05 - Collezionismo - Brescia (Brescia)

Omas Extra 556 Desk Fountain Pen Nib Gold 14Kt-585 New, anni40 Giacenza di Negozio, Perfette Condizioni, Perfettamente Funzionante, Mai Utilizzata,Penna Stilografica da Scrivania, Base in Marmo Black Misura 100x145mm, Boccale con Inserti Oro in Resina, Corpo Stilografica in Resina Nero Lucido, Pennino Nib Oro 14Kt-585, Lunghezza Totale 210mm, Box Originale Omas, Istruzioni, se Interessa è in Vendita.

Omas extra

35 €

Omas extra

2019-06-02 - Collezionismo - Roma

Omas extra prezzo EUR.35,00 non trattabili omas extra stilografica danneggiata, parti di ricambio, condizioni come da foto. Roma (RM)

Parure penne omas

80 €

Parure penne omas

2019-02-27 - Collezionismo - Roma

Omas stilografica studio C (perfettamente funzionante pennino 585) e biro omas mille (funzionamte ma co refill da sostituire) in elegante cofanetto originale. A Roma in zona viale dei Romanisti (metro c), posso spedire, accetto Paypal. Valuto permute anche parziali con altre penne di mio gradimento.

Penna stilografica omas

30 €

Penna stilografica omas

2019-05-08 - Collezionismo - Airasca

Penna stilografica omas prezzo EUR.30,00 non trattabili penna stilografica omas 72 distinzione inciso sul tappo argentato. cofanetto marrone con griffe ed interno foderato in raso marrone.Misure prodotto Altezza: 3.00 Larghezza: 16.00 Profondità: 7.00 Airasca (TO)

Accendino OMAS vintage

25 €

Accendino OMAS vintage

2019-03-29 - Collezionismo - Bologna

Accendino OMAS degli anni 60 , funzionante. cm. 6,5 X 2,5 Spedizione compresa nel prezzo

Penna stilografica Omas

100 €

Penna stilografica Omas

2019-01-06 - Collezionismo - Forl?

penna stilografica Omas 556S, pennino in oro 585, parti metalliche placcato oro, brevetto 445846, mai usata.

Varie Stilo Parker - Omas vintage

12 €

Varie Stilo Parker - Omas vintage

2019-08-09 - Collezionismo - Sondrio

Varie Stilo Parker vintage Stilo, penna e micromina Parker in acciaio Penna Parker in acciaio e plastica Stilo Omas "Mustang" Pennino M Stilo Omas 72 Super Portamine Parker Insignia Ag A partire da 12 € l'una.

Penna a sfera omas roller 360

150 €

Penna a sfera omas roller 360

2019-05-19 - Collezionismo - Bologna (Bologna)

Penna a sfera omas roller 360 colore nero rifinita acciaio motivo greca sezione triangolare made in italy articolo usato in ottime condizioni contenuto nella sua custodia originale (cod. i_1060171)

Penna a sfera OMAS

400 €

Penna a sfera OMAS

2018-10-08 - Collezionismo - Conegliano

Lavorazione artigianale italiana. Penna a sfera, mai utilizzata, senza confezione originale in quanto la penna è stata custodita in soprammobile portapenne, Data d'acquisto fine anni '80 primi anni '90. Dal 1925 tutti i prodotti OMAS sono realizzati artigianalmente nel laboratorio di Bologna. Ogni singolo strumento di scrittura è il risultato di una lunga serie di delicate e ricercate lavorazioni manuali, sono infatti necessarie oltre 100 fasi di lavorazioni per ottenere una singola penna. Design, artigianalità e materiali naturali ,sempre più rari e difficili da lavorare, costituiscono i valori attorno ai quali ogni strumento di scrittura OMAS viene realizzato.

Penna stilografica Omas 585 extra pennino ORO

69 €

Penna stilografica Omas 585 extra pennino ORO

2019-06-12 - Collezionismo - Roma

Penna vintage usata ma in ottime condizioni, leggeri segni di normale utilizzo Penna stilografica Omas extra per stiloforo (desk pen), con caricamento a stantuffo, colore nero Su pennino in ORO 14 kt punzonato 585 Misura cm 22.8, diametro 13 L’oggetto può essere ritirato in sede a Roma, zona Piazza Bologna oppure spedito. Può essere restituito, se non è di gradimento, ma restano a carico dell’acquirente le spese per la restituzione. Se avete bisogno di informazioni aggiuntive non esitate a contattarmi, inviando una e-mail.

Penna stilograficaOmas extra 361 reversibile a doppia flessibilità

250 €

Penna stilograficaOmas extra 361 reversibile a doppia flessibilità

2019-01-03 - Collezionismo - Roma

Splendida e rarissima penna stilografica MARCA "OMAS EXTRA 361" cappuccio laminato in oro,chiusura a pressione, con finiture oro vintage anni '50 funzionamento a stantuffo. Sul corpo riporta la scritta: "OMAS 361 BREV 440022" (brevetto doppia flessibilità del pennino per una scrittura rigida da un lato e morbida dall'altro) e "520233" (brevetto a scatto del cappuccio) QUESTA ULTIMA SCRITTA RENDE ANCORA PIU' RARA LA PENNA PERCHE' COMUNEMENTE NON E' RIPORTATA. piccoli segni di uso, perfettamente funzionante.

Montblanc Nikolai I

1.500 €

Montblanc Nikolai I

2019-05-01 - Collezionismo - Milano

Montblanc Solitaire Malachite Nikolai I Platinum Plated Fountain Pen (EF) - Molto rara. Mai usata poichè da collezione. Certificata da Boutique Montblanc.

Omas Ferrari Papermate Cross Harley Davinson

Omas Ferrari Papermate Cross Harley Davinson

2019-07-31 - Collezionismo - Roma

Penne grandi nomi tutte con scatola e garanzia. Per chi le prende tutti 20 Euro a pezzo.

STILOGRAFICA AURORA FOUNTAIN

90 €

STILOGRAFICA AURORA FOUNTAIN

2019-02-18 - Collezionismo - Asti

Pregiata penna stilografica Aurora corpo nero satinato cappuccio dorato pennino in oro 14 Kt. cofanetto originale articolo originale, nuovo, mai usato

Penna stilografica da collezione OSAMA

55 €

Penna stilografica da collezione OSAMA

2019-02-22 - Collezionismo - Caserta

Penna stilografica da collezione OSAMA Laquer fountain con pennino 14k. Oggetto vintage del 1970 da collezione mai inchiostrata e completa di astuccio con ricariche di inchiostro.

Stilografica Aurora Hastil

95 €

Stilografica Aurora Hastil

2019-06-16 - Collezionismo - San Miniato (Pisa)

Vendo questa famosa e ricercata penna Aurora Hastil degli anni 70, unica penna esposta al famoso museo "Moma" di New york. La penna è in ottime condizioni ed è completa della sua scatola originale caratteristica a forma di cilindro, contenente le cartucce e il convertitore originale che è nuovo.

Penna stilografica gucci con scatola

139 €

Penna stilografica gucci con scatola

2019-05-22 - Collezionismo - Roma

Penna stilografica gucci con scatola prezzo EUR.139,00 non trattabili penna stilografica gucci con scatola vintage '90s gucci heritage l.e. large fountain pen 925 silver & ebonyte. ottime condizioni come da foto. Roma (RM)

PENNE VINTAGE  per collezionismo o regalo

245 €

PENNE VINTAGE per collezionismo o regalo

2019-02-15 - Collezionismo - Rimini

Come da foto VENDO Penne stilografiche e a sfera su 4 cofanetti tutti nuovi : 1 Aurora Kona pennino d'oro 1 Omas Studio Minerva 60 pennino d'oro 1 Marksman pennino d'oro 1 Monte Rosso due pezzi pennino d'oro

Penna a sfera Aurora  “THESI

70 €

Penna a sfera Aurora “THESI " in acciaio

2019-05-05 - Collezionismo - Lodi

Penna a sfera Aurora “THESI " in acciaio in condizioni ottime completa di scatola cartone ,custodia e garanzia ideata nel 1970 dall'architetto e designer industriale Marco Zanuso, fa parte della collezione permanente del MOMA Museum di New York. Vendo Euro 70 .Non spedisco gradito contatto telefonico.Cell.3478314154

POMPA Bicicletta antica

35 €

POMPA Bicicletta antica

2019-08-04 - Collezionismo - Parma (Parma)

- Vendo POMPA da BICICLETTA ANTICA - Altezza cm: 62 - Marcata MILANO OMAS N. 4 - In Ferro e Legno. - Oggetto ormai Raro. - PERFETTAMENTE FUNZIONANTE. - VENDO A 35 EURO. - Consegno a mano su Parma oppure posso anche spedire in TUTTA ITALIA. - Tel-. 3384205924

Penna a sfera Aurora Thesi in ARGENTO 925

130 €

Penna a sfera Aurora Thesi in ARGENTO 925

2018-12-13 - Collezionismo - Roma

Penna a sfera Aurora Thesi in ARGENTO 925. Ideata nel 1970 dall' architetto-designer Marco Zanuso, è nella collezione permanente del museo d'arte moderna MOMA Museum di New York. E' una penna a sfera ultrapiatta con perfetto meccanismo a scatto, questa in argento 925 è del 1979, inizialmente era prodotta in acciaio. Possibile spedizione previo bonifico + 15 euro spese.

Varie Stilo Parker vintage

12 €

Varie Stilo Parker vintage

2019-02-01 - Collezionismo - Sondrio

Varie Stilo Parker vintage Stilo, penna e micromina Parker in acciaio Penna Parker in acciaio e plastica Stilo Omas "Mustang" Pennino M A partire da 12 € l'una.

24 penne stilografiche vintage

300 €

24 penne stilografiche vintage

2019-08-15 - Collezionismo - Torino

vendo una ventina di penne stilografiche vintage usate e di marca , in buone /ottime condizioni estetiche. monblanc monterosa, omas rinascimento, 2 parker 61 (a una manca la freccetta dorata sul bordo del pennino),parker 51, aurora 98 satin grey, aurora 88k, aurora marco polo placcata oro , due marco polo smalto chiaro e scuro, 3 auretta , 10 di marca waterman, modelli in acciaio, di plastica o laccate. l'ultima ha il pennino oro 18k. 300euro tutto il lotto

Divisumma 14 - Perfetta - Calcolatrice Olivetti

320 €

Divisumma 14 - Perfetta - Calcolatrice Olivetti

2019-08-14 - Collezionismo - San Giovanni in Persiceto

Calcolatrice Olivetti Divisumma 14 riportata a nuovo!!! Perfetta, bellissima e FUNZIONANTE al 100% in ogni tipo di calcolo e funzione, in giro (vedi i diversi siti di annunci) non ne troverai una alle stesse condizioni. E' la calcolatrice elettromeccanica che ha determinato il successo a livello mondiale negl'anni '50 della Olivetti ed è effettivamente esposta in diversi musei di arte moderna tra cui il MoMa di New York. Da esposizione per vetrine, negozi, saloni, fiere ecc solo per estimatori e collezionisti e se vuoi vederla all'opera vai nel famoso sito di video postati e nel motore di ricerca metti "DIVISUMMA 14 - PERFETTA - OTTAVIO" Se vuoi un esemplare unico questa è un'occasione perfetta, le spese di spedizione sono da concordare o se no gratis per il ritiro diretto. Sono a disposizione per ulteriori curiosità o domande.

WATERMAN'S 52, REG.U.S. IDEAL PAT. OFF. MADE IN U.S.A. Fountain Pen

110 €

WATERMAN'S 52, REG.U.S. IDEAL PAT. OFF. MADE IN U.S.A. Fountain Pen

2019-06-25 - Collezionismo - Torino (Torino)

WATERMAN'S 52 REG.U.S. IDEAL PAT. OFF. MADE IN U.S.A. Fountain Pen RARA WATERMAN'S 52 degli anni '20 in perfetto stato di conservazione. La penna chiusa è lunga cm. 12,8 e aperta cm. 16. La penna, con caricamento a leva laterale, è integra. Il pennino con l'alimentatore in ebanite, è originale Waterman's in oro 14 K ed è in ottimo stato. La penna è antica ed originale in ogni sua parte. La Waterman è tutt'oggi uno dei maggiori produttori di penne stilografiche. La ditta venne fondata nel 1883 a New York City da Lewis Edson Waterman, ed è uno dei pochi produttori storici che è sopravvissuto, anche se in maniera indiretta, fino ai nostri giorni. Attualmente la compagnia opera con il nome di Waterman S.A. ed è di proprietà della Sanford, una divisione della Newell Rubbermaid che possiede anche la Parker. Se si escludono i primi anni di vita, la Waterman ha sempre mantenuto un approccio molto conservativo, che la ha vista privilegiare la tradizione nei confronti dell'innovazione sia per quanto riguarda lo stile che la tecnologia, pur mantenendo sempre una qualità di altissimo livello. Però, anche a causa di questo approccio tradizionalista, dopo il periodo d'oro durato fino agli anni '20, la Waterman è stata incapace di adeguarsi alle tendenze del mercato, sul quale ha iniziato a perdere progressivamente terreno, restando sempre più indietro rispetto alle più dinamiche concorrenti Parker, Sheaffer ed Eversharp, insieme alle quali rientra a pieno titolo nelle Big Four. Nel 1915 la Waterman introdusse una sua versione di caricamento a levetta riuscendo ad aggirare il brevetto della Sheaffer. Le penne dotate di questo sistema vennero inizialmente chiamate Pocket Self Filler, o più brevemente PSF, e come per le altre penne di quello stesso periodo vennero identificate da un numero a due cifre (con l'uno nelle decine e la misura del pennino nelle unità), seguite dalla dicitura PSF. Nel 1917 la Waterman riorganizzò tutta la sua produzione introducendo un nuovo sistema di numerazione per identificare tutti i suoi modelli. Col nuovo sistema tutte le penne prodotte dall'azienda venivano contraddistinte tramite un numero, usualmente di tre cifre. Fra queste le più comuni erano quelle realizzate semplicemente in ebanite, la cui cifra iniziale (centinaia) era lo 0, per cui vengono normalmente identificate soltanto dalle sole due cifre seguenti. In questo caso il caricamento a levetta era identificato dalla cifra 5 nella colonna delle decine, per cui da allora alle penne vennero assegnati numeri nella forma 5x, dove ancora la cifra delle unità indicava la misura del pennino. Spese di spedizione € 5 con posta raccomandata "sicura e tracciabile", opportunamente protetta in custodia ed inviata dentro apposita busta postale imbottita a bolle d’aria. Pagamento: Postepay Bonifico Bancario Vaglia Postale

Telefono bigrigio S62 SIP rotore rotella vintage anni 70 restaurato

70 €

Telefono bigrigio S62 SIP rotore rotella vintage anni 70 restaurato

2018-07-02 - Collezionismo - Bologna

Acquisti questo oggetto in foto fatte da me Telefono fisso da tavolino, da casa SIP S 62 Auso Siemens Vero made in Italy fatto a Milano con criterio Funziona dopo 40 anni ancora! Vintage anni 70 un classico del design italiano presente al museo del design Moma a New York, Oggetto culto di pregio per nostalgici dai trentenni fino ai nonni. (Telefono della nonna) Plastica a due tonalità di grigio (chiamato per quello bigrigio) Disco in plastica trasparente (sbiancato, ritorna perfettamente indietro) con compositore selezionatore a rotore a buchini. Lo dava in comodato d'uso a noleggio la SIP poi diventata Telecom e Tim e chi voleva se lo teneva per sempre. Ne sono rimasti pochi pezzi ben tenuti e restaurati così come il mio) Pezzo storico interamente originale di modernariato, Una volta era l'unico mezzo di comunicazione, era la modernità di ogni casa. Incredibilmente bello da VETRINA ESPOSIZIONE e collezione collezionabile! Restaurato pezzo a pezzo igienizzato e lucidato a mano, IL LAVORO certosino di verifica LO ABBIAM GIA FATTO NOI Verificato il funzionamento, usabile al 100% suona con la classica timbrica dei film della commedia all'italiana di Lino Banfi Cavo grigio plastificato attacco a 3 buchi tripolare da muro, pronto all'uso basta solo attaccarlo alla presa del muro. Rotellina del volume della suoneria regolabile a piacimento nella base. Compositore rotore a disco analogico elettromeccanico a rotella coi buchini. Conservato ok SUBITO USABILE ! Non presenta graffi o rotture o parti mancanti, NON ha COLPI E SBECCATURE sul fondo tutto completo! Restaurato, verificato da tecnico telecom, Sgrassato e lucidato con cura, con polish professionale per plastica, in ogni parte. Funzionante in ricezione, e chiamata Spedisco ovunque con pacco tracciabile. Scrivimi messaggio qui sotto, tutti pagamenti accettati.

Macchina da scrivere Olivetti Lettera 22 Prima serie L

180 €

Macchina da scrivere Olivetti Lettera 22 Prima serie L

2019-01-03 - Collezionismo - Colognola ai Colli

Macchina da scrivere Olivetti Lettera 22, prima serie - Versione L, (senza tasto rosso di tabulazione sulla destra della tastiera), nr. matricola 127883, anni ‘50. Prodotta in Italia ad Ivrea a partire dal 1950 questa è la più rara prima versione, color marrone militare prodotta con vernice goffrata effetto ruvido. È stata prodotta per un periodo molto limitato i primi anni '50. La macchina è stata ritrovata in un armadio, dove fu riposta chissà quanti decenni fa e da allora mai più usata. Mai stata soggetta a riparazioni o malfunzionamenti. Condizioni estetiche: si presenta in uno stato di conservazione più che buono, nessun danno, carrozzeria metallica integra, colori inalterati. Colore difficile da definire, una via di mezzo tra verde e beige e marrone militare, vernice goffrata con effetto ruvido. Ho dato personalmente una prima pulita. Sebbene non sia particolarmente sporca, una pulizia più accurata non farebbe male ma non avendo tempo di dedicarmici invito a ricordare che quest’asta è proposta con la formula di vendita visto e piaciuto. Corredata della sua scatola originale in cartone (questa ovviamente piuttosto consunta dal tempo) e del telo di copertura. Condizioni di funzionamento: non sono un esperto della materia, quindi sicuramente ci sarà qualche imprescindibile test che non ho eseguito, ma ad un generale controllo appare tutto in perfetto ordine (tasti, leve, bottoni, placche, scorrimento carrello ecc.). Sono evidenti la solidità costruttiva e la sofisticata meccanica. Considerato il tempo di giacenza trascorso presumo che il nastro sia da sostituire, ma è solo una mia supposizione. Per qualsiasi chiarimento chiedete pure, cercherò di darvi tutti i dettagli che mi chiederete. TELEFONATE perché raramente leggo la mail. Preferisco la consegna a mano a Verona e provincia (lato est), così da poter toccare con mano il prodotto. Accetto comunque anche la spedizione. La modalità di spedizione è indicativa, possiamo scegliere quella che preferite. Tastiera: 43 tasti, corrispondenti a 86 segni Nastro: in tessuto altezza 13 mm; cambio colore nastro con levetta posta a destra della tastiera Incolonnatore: presente solo nelle versioni LL, assente nel modello L Interlinee: tre posizioni più lo zero Produzione: dal 1950 al 1963 con piccole differenze estetiche Progetto meccanico: Giuseppe Beccio Carrozzeria: metallica con coperchio amovibile Design: Marcello Nizzoli La Lettera 22 fu compagna di lavoro per molti scrittori e giornalisti, fra cui Enzo Biagi e Indro Montanelli. Le linee arrotondate scelte dal designer M. Nizzoli, la compattezza della macchina, l’eleganza della tastiera incorporata nella carrozzeria, il rullo completamente nascosto e il ridotto ingombro della leva dell’interlinea hanno decretato il successo stilistico della macchina. La macchina è esposta al MOMA (The Museum of Modern Art) di New York nella sezione Architettura e Design come esempio di design italiano.

AGATHOS (Carlo Franzoso) olio su tela SUPER PREZZO! VERO AFFARE! Mambor Rabarama

29.000 €

AGATHOS (Carlo Franzoso) olio su tela SUPER PREZZO! VERO AFFARE! Mambor Rabarama

2018-06-28 - Collezionismo - Legnano

AGATHOS (Carlo Franzoso) (Manduria 1967) PEZZO UNICO, BELLISSIMO OLIO SU TELA DI AGATHOS (Carlo Franzoso) DIMENSIONI: 100 cm. x 80 cm., quindi GRANDE TITOLO: "Contrasto dimensionale 2" ANNO: 2017 SUL RECTO, IN BASSO A SINISTRA FIRMA per esteso "Agathos" CERTIFICATO DI AUTENTICITA' DI Carlo Franzoso CON IMPRONTA DIGITALE (PIU' DI COSI'...) PROVENIENZA DIRETTA ATELIER DELL'ARTISTA OPERA PUBBLICATA L'OPERA IN QUESTIONE E' UN GIOIELLO. L'OPERA E' BELLISSIMA, HA UNA TECNICA MOLTO PARTICOLARE, RICCHISSIMA DI MISTERO E GEOMETRIA, COME TUTTE LE OPERE DI AGATHOS: DAL VIVO E' UNA COSA MAGNIFICA. LE FOTO NON RENDONO ASSOLUTAMENTE GIUSTIZIA ALLA BELLEZZA DI QUEST'OPERA. E' PER QUESTO CHE AGATHOS E' CONSIDERATO A RAGIONE UNO DEI MASSIMI ESPONENTI DELLO SPAZIALISMO TRANSGEOMETRICO, COMMENTATO DA SGARBI, e PRESENTE IN TUTTE LE PIU' IMPORTANTI COLLEZIONI E MUSEI. OPERA ELEGANTISSIMA E ECCEZIONALE!! QUESTA POI HA DEI COLORI SPETTACOLARI ED UNA TECNICA PITTORICA MAI VISTA!! LE OPERE DI AGATHOS POI SONO RARISSIME, e DIFFICILMENTE REPERIBILI, E LE TROVATE SOLO NEI MUSEI ED HANNO BEN ALTRI PREZZI!! VI RICORDO CHE A FINE 2015 UNA SUA OPERA (TIPO QUESTA) ha FATTO BEN 35.000,00 euro + diritti, per un totale di OLTRE 42.000,00 euro in asta a Milano!! In asta, non a trattativa privata... http://www.arsvalue.com/webapp/ars_risultatiaste/dettaglio_opera.aspx?opr=2888716&art=12935510&ses=2931 AGATHOS E' UN ARTISTA DI LIVELLO INTERNAZIONALE E GIOVANE, RICHIESTISSIMO ANCHE ALL'ESTERO, SOPRATTUTTO IN CINA, LE CUI QUOTAZIONI SONO IN CRESCITA ESPONENZIALE CONTINUA. IN QUESTO PERIODO TUTTI CERCANO LE SUE OPERE, E CHI LE POSSIEDE SE LE TIENE BEN STRETTE, PERCHE'E' UNO DEI POCHI ARTISTI ITALIANI CHE, ANCHE IN QUESTO PERIODO DI CRISI, CONTINUA A SALIRE COME QUOTAZIONI. QUESTA E' UN'OPERA CHE DA LISTINO DI AGATHOS, VALE TRA i 30.000,00 ed i 45.000,00 EURO MINIMO!! E' UN'OPERA CHE HA UN COEFFICIENTE DI BEN 16,5!! VI METTO UN PICCOLO PROFILO BIOGRAFICO DI AGATHOS, PER CAPIRE CHE STIAMO PARLANDO DI UN AUTORE DI CARATURA INTERNAZIONALE: Di origini salentine, toscano di adozione, Agathos rappresenta da tempo una tra le più audaci figure dello scenario artistico-matematico contemporaneo, fino a essere ritenuto da certa critica il caposcuola della New Mathematical Art. Bastano poche sortite a livello nazionale (Sala comunale Italo Calvino a Sanremo; Biennale internazionale e galleria Domus Turca a Ferrara) per spalancare ad Agathos la prospettiva concreta di una platea globale. In rapida evoluzione seguiranno: il museo del Louvre a Parigi (con la prima serie di opere ispirate alla Mathematical Art); il Museo nazionale scienza e tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (con l’anteprima della collezione “Universo Adimensionale”, destinata a diventare un ciclo continuo); l’Istituto italiano di cultura a Praga (in occasione dell’insediamento del nuovo ambasciatore italiano nella Repubblica Ceca); il Salon du monde de la culture et des arts di Cannes (con l’ambito riconoscimento di terzo premio al mondo per l’Arte 2012, primo assoluto per la Pittura); la galleria La Falegnameria-Contenitore creativo di Montepulciano (presentazione di Gian Ruggero Manzoni); il Festival internazionale d’arte contemporanea 2012, al Palazzo Maffei Marescotti a Roma, occasione in cui riceve il primo premio. E ancora: la Crisolart Gallerie di New York (con l’immediato consenso della critica e del pubblico americano); le sale espositive dell’Euro Hotel di Pisa, dove si celebra il fortunato connubio tra la narrativa a carattere antropologico di Fiorenza Mannucci e l’Astrattismo geometrico di Agathos; le sale espositive dell’Hotel Domus Florentiae di Firenze (dove riceve un premio alla carriera); la Biennale internazionale d’arte di Palermo (presentazione di Vittorio Sgarbi); la galleria Mecenate di Milano; il Palazzo della Provincia di Bari (dove gli viene conferito il premio Sguardi d’autore); il Gala de l’art di Montecarlo (nominato Eccellenza dell’arte italiana nel mondo, sotto l’Alto patrocinio dell’Ambasciata italiana nel Principato di Monaco); il Castello Imperiali di Francavilla Fontana (con una personale affidata alla presentazione di Daniele Radini Tedeschi e Vincenzo Sardiello); la Biblioteca comunale di Andria (con una singolare antologica presentata da Gian Ruggero Manzoni e inserita nell’ambito del Festival internazionale Castel dei Mondi). A febbraio 2014 nasce la collaborazione con la Collezione Orler di Marcon (Venezia) e successivamente con la galleria Artifact di New York, che curerà la partecipazione di Agathos a “Spectrum Miami Art Show” a Miami, ad “Architectural Digest. Home Design Show” a Manhattan, ad “Artexpo New York” a New York. Fortunate le recenti personali al Museo della terracotta a Petroio (Siena) e al Palazzo del Bargello a Gubbio. Recentemente il Centro studi Agathos, diretto da Vincenzo Sardiello, è stato assorbito dalla fondazione Mazzatinti (accr. MIUR) con l’intento di potenziare e divulgare l’operato artistico e scientifico di Agathos. L’interesse sulla portata universale della proposta di Agathos si è diffuso anche fuori dai confini italiani con autentici piani di lavoro promossi da enti pubblici quali l’Universitat Oberta de Catalunya di Barcellona e i ministeri della cultura e della sanità di Spagna ed Ecuador incentrati sul confronto “terapeutico” tra due diverse esperienze e sensibilità artistiche: le tele di Agathos e i mosaici di Antoni Gaudí. Nel mese di aprile 2015, nell’ambito dei lavori del ‘Centro Studi Agathos’ si tengono in Puglia, presso sedi di Istituti di Istruzione Superiore e Universitari, dei convegni dal titolo ‘Dall’Iperspazio allo Spazialismo Transgeometrico di Agathos’. A seguire una mostra antologica presso il ‘Palazzo Pubblico’ di Siena che inaugura gli eventi di ‘Siena Capitale Italiana della Cultura (Mibact)’ in concomitanza con il XX° Congresso dell’Unione Matematica Italiana’ di cui è socio (cura artistica di Gian Ruggero Manzoni, Vincenzo Sardiello, Vittorio Sgarbi). Novembre 2015: il ‘Museum of Modern Art (MOMA)’ di New York, il ‘Getty Museum’ di Los Angeles, il Museo ‘Reina Sofia’ di Madrid, il ‘Metropolitan Museum’ di New York, la ‘National Art Gallery’ di Washington, il ‘Guggenheim Museum’ di New York, la Columbia University, la Harvard University e l’Università di Dresda e tutte le librerie Nazionali italiane acquisiscono le monografie su Agathos edit. ‘Provveduto’ e ‘Skira’. A Marzo 2016, in occasione della Personale presso il Palazzo ‘Panciatichi’ di Firenze, viene presentato il ‘Manifesto dello Spazialismo Transgeometrico’. Aprile 2016: esposizione presso il ‘Palazzo Medici Riccardi’ di Firenze in occasione della ‘Festa della Matematica’ organizzata in collaborazione con l’Università ‘Dini’ di Firenze e con il ‘Consiglio Europeo di Arte e scienza’ di cui è membro. (Parigi). A Montepulciano Agathos dedica alcune sue personali tra cui si ricordano quelle in Fortezza Medicea e nella sala espositiva delle Cantine ‘Icario’. In tali occasioni per la prima volta gli artisti che hanno aderito al movimento dello ‘Spazialismo Transgeometrico’ espongono le loro opere insieme al Maestro. A dicembre 2016 Firenze vede ancora protagonista Agathos presso la Biblioteca ‘Pietro Thouar’ per una esposizione di lavori sotto la cura ‘critica’ del Matematico Prof. Enrico Giusti’. A Lucca, nell’ambito del ‘Festival del nuovo Rinascimento’ Agathos espone con gli Spazialisti Ambra di Natale e Francesco Chechi presso Villa Bottini. Opere di Agathos sono in permanenza ospitate nel Museo del calcolo Mateureka di Pennabilli; nel Museo della contrada del Poggiolo di Montepulciano; nella Sala della musica del Castello Imperiali di Francavilla Fontana, nel Giardino di Archimede-Un Museo per la Matematica di Firenze, nei musei delle Contrade di Siena, nella sala espositiva di ‘Cantine Icario’ a Montepulciano. Tratto da Enciclopedia d'Arte Italiana: AGATHOS e gli Spazialisti Transgeometrici Carlo Franzoso, in arte Agathos, figura di spicco del panorama artistico contemporaneo, da artista e matematico ‘eretico’, concepisce un lessico che mira ad oggettivare la relatività del pensiero. Fondatore della “Transgeometria” Agathos segue il percorso tracciato dagli spazialisti, ma il suo lavoro si concretizza nella ricerca di un altrove, definito come “Universo Adimensionale”, capace di rappresentare lo spazio nei suoi elementi essenziali fino ad inoltrarsi alle sue coordinate qualitative. Da queste premesse nasce quello che Vincenzo Sardiello ha definito lo “Spazialismo Transgeometrico” il cui Manifesto è stato presentato al Palazzo Panciatichi a Firenze nella primavera del 2016. Il movimento relativo prende corpo in seguito all’adesione di alcuni artisti che hanno condiviso i punti del Manifesto tra cui spiccano Gianni Batistini, Francesco Chechi, Sara Di Mauro, Ambra Di Natale, Fathy (Pamela Fatighenti), Natascia Ghini, Luigi Lerna, Afrida Shaba. Il ciclo continuo “Universo Adimensionale” dopo le affermazioni internazionali a Parigi (Palazzo del Louvre), New York, Cannes, Praga, Barcellona, Quito (Ecuador), ha percorso importanti tappe anche in Italia ed opere di Agathos sono esposte in permanenza al Museo del Calcolo “Mateureka” di Pennabilli (RN), al Museo della Matematica “Il Giardino di Archimede” di Firenze, al “Castello Imperiali” in Francavilla Fontana (BR), nei musei delle Contrade di Siena. Il pensiero Transgeometrico è oggetto di studio e divulgato in convegni e incontri con istituzioni culturali a cura del ’Centro Studi Agathos’ presso la sede della Fondazione Mazzatinti a Gubbio, diretto da Vincenzo Sardiello. Studio: via Palazzetto, 20 Chiusdino (SI) QUOTAZIONI * *Quotazioni riferite da Mecenate Aste- Milano A partire da 35.000,00 euro Sito web: www.carlofranzoso.com E' UN ARTISTA CHE SICURAMENTE ESPLODERA' A BREVE VERSO L'ALTO (LO DICONO TUTTI GLI INDICATORI), E SUL QUALE PUNTARE ASSOLUTAMENTE PERCHE' SARA' DEL TUTTO IMPOSSBILE TROVARLO IN FUTURO A QUESTE CIFRE! Fate Voi...le occasioni passano SOLO una volta...

AGATHOS (Carlo Franzoso) olio su tela SUPER PREZZO! VERO AFFARE! Mambor Rabarama

15.000 €

AGATHOS (Carlo Franzoso) olio su tela SUPER PREZZO! VERO AFFARE! Mambor Rabarama

2019-03-14 - Collezionismo - Legnano

SUPER SCONTO DI OLTRE IL 50% SUL SUO PREZZO REALE!! AGATHOS (Carlo Franzoso) (Manduria 1967) PEZZO UNICO, BELLISSIMO OLIO SU TELA DI AGATHOS (Carlo Franzoso) DIMENSIONI: 80 cm. x 80 cm., quindi GRANDE TITOLO: "Nuvola 2" ANNO: 2017 SUL RECTO, IN BASSO A SINISTRA FIRMA per esteso "Agathos" CERTIFICATO DI AUTENTICITA' OPERA PUBBLICATA OPERA PASSATA IN IMPORTANTI ASTE INTERNAZIONALI! L'OPERA IN QUESTIONE E' UN GIOIELLO. L'OPERA E' BELLISSIMA, HA UNA TECNICA MOLTO PARTICOLARE, RICCHISSIMA DI MISTERO E GEOMETRIA, COME TUTTE LE OPERE DI AGATHOS: DAL VIVO E' UNA COSA MAGNIFICA. LE FOTO NON RENDONO ASSOLUTAMENTE GIUSTIZIA ALLA BELLEZZA DI QUEST'OPERA. E' PER QUESTO CHE AGATHOS E' CONSIDERATO A RAGIONE UNO DEI MASSIMI ESPONENTI DELLO SPAZIALISMO TRANSGEOMETRICO, COMMENTATO DA SGARBI, e PRESENTE IN TUTTE LE PIU' IMPORTANTI COLLEZIONI E MUSEI. OPERA ELEGANTISSIMA E ECCEZIONALE!! QUESTA POI HA DEI COLORI SPETTACOLARI ED UNA TECNICA PITTORICA MAI VISTA!! LE OPERE DI AGATHOS POI SONO RARISSIME, e DIFFICILMENTE REPERIBILI, E LE TROVATE SOLO NEI MUSEI ED HANNO BEN ALTRI PREZZI!! VI RICORDO CHE A FINE 2015 UNA SUA OPERA (TIPO QUESTA) ha FATTO BEN 35.000,00 euro + diritti, per un totale di OLTRE 42.000,00 euro in asta a Milano!! In asta, non a trattativa privata... http://www.arsvalue.com/webapp/ars_risultatiaste/dettaglio_opera.aspx?opr=2888716&art=12935510&ses=2931 AGATHOS E' UN ARTISTA DI LIVELLO INTERNAZIONALE E GIOVANE, RICHIESTISSIMO ANCHE ALL'ESTERO, SOPRATTUTTO IN CINA, LE CUI QUOTAZIONI SONO IN CRESCITA ESPONENZIALE CONTINUA. IN QUESTO PERIODO TUTTI CERCANO LE SUE OPERE, E CHI LE POSSIEDE SE LE TIENE BEN STRETTE, PERCHE'E' UNO DEI POCHI ARTISTI ITALIANI CHE, ANCHE IN QUESTO PERIODO DI CRISI, CONTINUA A SALIRE COME QUOTAZIONI. QUESTA E' UN'OPERA CHE DA LISTINO DI AGATHOS, VALE TRA i 30.000,00 ed i 45.000,00 EURO MINIMO!! E' UN'OPERA CHE HA UN COEFFICIENTE DI BEN 16,5!! VI METTO UN PICCOLO PROFILO BIOGRAFICO DI AGATHOS, PER CAPIRE CHE STIAMO PARLANDO DI UN AUTORE DI CARATURA INTERNAZIONALE: Di origini salentine, toscano di adozione, Agathos rappresenta da tempo una tra le più audaci figure dello scenario artistico-matematico contemporaneo, fino a essere ritenuto da certa critica il caposcuola della New Mathematical Art. Bastano poche sortite a livello nazionale (Sala comunale Italo Calvino a Sanremo; Biennale internazionale e galleria Domus Turca a Ferrara) per spalancare ad Agathos la prospettiva concreta di una platea globale. In rapida evoluzione seguiranno: il museo del Louvre a Parigi (con la prima serie di opere ispirate alla Mathematical Art); il Museo nazionale scienza e tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (con l’anteprima della collezione “Universo Adimensionale”, destinata a diventare un ciclo continuo); l’Istituto italiano di cultura a Praga (in occasione dell’insediamento del nuovo ambasciatore italiano nella Repubblica Ceca); il Salon du monde de la culture et des arts di Cannes (con l’ambito riconoscimento di terzo premio al mondo per l’Arte 2012, primo assoluto per la Pittura); la galleria La Falegnameria-Contenitore creativo di Montepulciano (presentazione di Gian Ruggero Manzoni); il Festival internazionale d’arte contemporanea 2012, al Palazzo Maffei Marescotti a Roma, occasione in cui riceve il primo premio. E ancora: la Crisolart Gallerie di New York (con l’immediato consenso della critica e del pubblico americano); le sale espositive dell’Euro Hotel di Pisa, dove si celebra il fortunato connubio tra la narrativa a carattere antropologico di Fiorenza Mannucci e l’Astrattismo geometrico di Agathos; le sale espositive dell’Hotel Domus Florentiae di Firenze (dove riceve un premio alla carriera); la Biennale internazionale d’arte di Palermo (presentazione di Vittorio Sgarbi); la galleria Mecenate di Milano; il Palazzo della Provincia di Bari (dove gli viene conferito il premio Sguardi d’autore); il Gala de l’art di Montecarlo (nominato Eccellenza dell’arte italiana nel mondo, sotto l’Alto patrocinio dell’Ambasciata italiana nel Principato di Monaco); il Castello Imperiali di Francavilla Fontana (con una personale affidata alla presentazione di Daniele Radini Tedeschi e Vincenzo Sardiello); la Biblioteca comunale di Andria (con una singolare antologica presentata da Gian Ruggero Manzoni e inserita nell’ambito del Festival internazionale Castel dei Mondi). A febbraio 2014 nasce la collaborazione con la Collezione Orler di Marcon (Venezia) e successivamente con la galleria Artifact di New York, che curerà la partecipazione di Agathos a “Spectrum Miami Art Show” a Miami, ad “Architectural Digest. Home Design Show” a Manhattan, ad “Artexpo New York” a New York. Fortunate le recenti personali al Museo della terracotta a Petroio (Siena) e al Palazzo del Bargello a Gubbio. Recentemente il Centro studi Agathos, diretto da Vincenzo Sardiello, è stato assorbito dalla fondazione Mazzatinti (accr. MIUR) con l’intento di potenziare e divulgare l’operato artistico e scientifico di Agathos. L’interesse sulla portata universale della proposta di Agathos si è diffuso anche fuori dai confini italiani con autentici piani di lavoro promossi da enti pubblici quali l’Universitat Oberta de Catalunya di Barcellona e i ministeri della cultura e della sanità di Spagna ed Ecuador incentrati sul confronto “terapeutico” tra due diverse esperienze e sensibilità artistiche: le tele di Agathos e i mosaici di Antoni Gaudí. Nel mese di aprile 2015, nell’ambito dei lavori del ‘Centro Studi Agathos’ si tengono in Puglia, presso sedi di Istituti di Istruzione Superiore e Universitari, dei convegni dal titolo ‘Dall’Iperspazio allo Spazialismo Transgeometrico di Agathos’. A seguire una mostra antologica presso il ‘Palazzo Pubblico’ di Siena che inaugura gli eventi di ‘Siena Capitale Italiana della Cultura (Mibact)’ in concomitanza con il XX° Congresso dell’Unione Matematica Italiana’ di cui è socio (cura artistica di Gian Ruggero Manzoni, Vincenzo Sardiello, Vittorio Sgarbi). Novembre 2015: il ‘Museum of Modern Art (MOMA)’ di New York, il ‘Getty Museum’ di Los Angeles, il Museo ‘Reina Sofia’ di Madrid, il ‘Metropolitan Museum’ di New York, la ‘National Art Gallery’ di Washington, il ‘Guggenheim Museum’ di New York, la Columbia University, la Harvard University e l’Università di Dresda e tutte le librerie Nazionali italiane acquisiscono le monografie su Agathos edit. ‘Provveduto’ e ‘Skira’. A Marzo 2016, in occasione della Personale presso il Palazzo ‘Panciatichi’ di Firenze, viene presentato il ‘Manifesto dello Spazialismo Transgeometrico’. Aprile 2016: esposizione presso il ‘Palazzo Medici Riccardi’ di Firenze in occasione della ‘Festa della Matematica’ organizzata in collaborazione con l’Università ‘Dini’ di Firenze e con il ‘Consiglio Europeo di Arte e scienza’ di cui è membro. (Parigi). A Montepulciano Agathos dedica alcune sue personali tra cui si ricordano quelle in Fortezza Medicea e nella sala espositiva delle Cantine ‘Icario’. In tali occasioni per la prima volta gli artisti che hanno aderito al movimento dello ‘Spazialismo Transgeometrico’ espongono le loro opere insieme al Maestro. A dicembre 2016 Firenze vede ancora protagonista Agathos presso la Biblioteca ‘Pietro Thouar’ per una esposizione di lavori sotto la cura ‘critica’ del Matematico Prof. Enrico Giusti’. A Lucca, nell’ambito del ‘Festival del nuovo Rinascimento’ Agathos espone con gli Spazialisti Ambra di Natale e Francesco Chechi presso Villa Bottini. Opere di Agathos sono in permanenza ospitate nel Museo del calcolo Mateureka di Pennabilli; nel Museo della contrada del Poggiolo di Montepulciano; nella Sala della musica del Castello Imperiali di Francavilla Fontana, nel Giardino di Archimede-Un Museo per la Matematica di Firenze, nei musei delle Contrade di Siena, nella sala espositiva di ‘Cantine Icario’ a Montepulciano. Tratto da Enciclopedia d'Arte Italiana: AGATHOS e gli Spazialisti Transgeometrici Carlo Franzoso, in arte Agathos, figura di spicco del panorama artistico contemporaneo, da artista e matematico ‘eretico’, concepisce un lessico che mira ad oggettivare la relatività del pensiero. Fondatore della “Transgeometria” Agathos segue il percorso tracciato dagli spazialisti, ma il suo lavoro si concretizza nella ricerca di un altrove, definito come “Universo Adimensionale”, capace di rappresentare lo spazio nei suoi elementi essenziali fino ad inoltrarsi alle sue coordinate qualitative. Da queste premesse nasce quello che Vincenzo Sardiello ha definito lo “Spazialismo Transgeometrico” il cui Manifesto è stato presentato al Palazzo Panciatichi a Firenze nella primavera del 2016. Il movimento relativo prende corpo in seguito all’adesione di alcuni artisti che hanno condiviso i punti del Manifesto tra cui spiccano Gianni Batistini, Francesco Chechi, Sara Di Mauro, Ambra Di Natale, Fathy (Pamela Fatighenti), Natascia Ghini, Luigi Lerna, Afrida Shaba. Il ciclo continuo “Universo Adimensionale” dopo le affermazioni internazionali a Parigi (Palazzo del Louvre), New York, Cannes, Praga, Barcellona, Quito (Ecuador), ha percorso importanti tappe anche in Italia ed opere di Agathos sono esposte in permanenza al Museo del Calcolo “Mateureka” di Pennabilli (RN), al Museo della Matematica “Il Giardino di Archimede” di Firenze, al “Castello Imperiali” in Francavilla Fontana (BR), nei musei delle Contrade di Siena. Il pensiero Transgeometrico è oggetto di studio e divulgato in convegni e incontri con istituzioni culturali a cura del ’Centro Studi Agathos’ presso la sede della Fondazione Mazzatinti a Gubbio, diretto da Vincenzo Sardiello. Studio: via Palazzetto, 20 Chiusdino (SI) QUOTAZIONI * *Quotazioni riferite da Mecenate Aste- Milano A partire da 35.000,00 euro Sito web: www.carlofranzoso.com E' UN ARTISTA CHE SICURAMENTE ESPLODERA' A BREVE VERSO L'ALTO (LO DICONO TUTTI GLI INDICATORI), E SUL QUALE PUNTARE ASSOLUTAMENTE PERCHE' SARA' DEL TUTTO IMPOSSBILE TROVARLO IN FUTURO A QUESTE CIFRE! Fate Voi...le occasioni passano SOLO una volta... VENDO SOLO PER REALIZZO PERCHE' PER PROBLEMI DI SPAZIO SONO COSTRETTO A SMANTELLARE LA MIA COLLEZIONE, ALTRIMENTI LE OPERE DI AGATHOS, SOPRATTUTTO GLI OLI SU TELA, SAREBBERO TUTTE DA TENERE...

Questo sito utilizza cookie di profilazione. Puoi modificare le impostazioni dei cookie nel tuo browser. Informativa sulla privacy

Аccettare